Buffett investe sulle linee aeree, chi vince e chi perde

Il vecchio volpone dei mercati finanziari ha investito pesantemente sulla Delta Air Lines, non sarà probabilmente l’unico acquisto sul comparto trasporti del finanziere più famoso e più seguito di Wall Street ma sicuramente il più corposo ed evidente.

Complici i forti ribassi dei titoli azionari ma soprattutto i ribassi del petrolio il saggio Buffett pensa di accumulare azioni a sconto delle compagnie aeree in vista di una possibile ripartenza del commercio e dei trasporti una volta passata l’emergenza coronavirus approfittando anche di bassi prezzi del petrolio e quindi del carburante che rendono il Business delle compagnie aeree ancora più profittevole.

Siamo abituati a queste prese di posizione di Warren Buffett che per la verità raramente ha sbagliato in vita sua e adesso entra in un mercato che ha visto vendite eccezionali su tutti i fronti andando in controtendenza come suo solito fare.

Attenzione però che per agire come il vecchio volpone dei mercati dovremmo avere anche il suo stomaco e non sarebbe male avere anche il suo portafoglio!

Buffett può permettersi di rimanere su una posizione anche per anni, anche se in profonda perdita perché ha risorse finanziarie e pazienza da vendere per aspettare che la sua mossa vincente si realizzi e vinca la partita, quanti di noi possono permetterselo?

In seconda battuta con l’ammontare di azioni che Warren acquista delle aziende ne diventa uno dei maggiori azionisti e il suo influsso strategico sulla stessa pesa e si fa sentire anche a livello economico, noi non siamo in grado di fare ciò come semplici risparmiatori.

Ciò che ogni crisi ci insegna però è che il mondo è fatto a scale, c’è chi scende e c’è chi sale come ad esempio le azioni delle industrie di consegna a domicilio di cibo e di vari altri generi oppure le aziende come Netflix che erogano servizi internet o tv di intrattenimento.

Non dimentichiamoci poi le imprese del comparto farmaceutico, sia quelle che producono, innovano e commerciano in ambito farmacologico sia le aziende che producono e commerciano dispositivi medici di ogni sorta, nell’emergenza sanitaria per ovvie ragioni le loro prospettive economiche volano con velocità assurde.

(13.03.2020)

(rubrica a cura del dott. Andrea Rizzini - Consulente ed Analista Finanziario Indipendente)