I Millenials entrano nel mercato immobiliare

Quanto piace il mattone agli Italiani, dal dopoguerra è stato il cruccio di tutte le famiglie che prima assicuravano la propria abitazione e poi cercavano un rifugio per le ferie al mare o in montagna.

Per chi oggi fa parte della generazione dei millennials, della generazione zeta o per intenderci tutti quelli che vanno dai venti ai quarant’anni d’età già la prima casa appare a volte un miraggio irraggiungibile.

Contratti di lavoro determinati, tanti lavoretti per sopravvivere, finte partite iva forfettarie per riuscire a lavorare qualche ora in più, i metodi che devono adottare i giovani sono infiniti per poter campare degnamente.

In queste condizioni se un aiuto non viene dalle famiglie manca da parte dello stato una proposta seria dedicata a chi come molti non ha un posto fisso e quindi può fare molta fatica ad ottenere finanziamenti per comprare casa, la propria casa in cui vivere e costruire la famiglia.

Anche in altri paesi hanno gli stessi problemi e ad esempio nel più grande mercato delle abitazioni al mondo, gli Stati Uniti d’America, si stanno approcciando all’acquisto dell’abitazione tantissimi giovani e meno giovani che per anni hanno tralasciato questo aspetto nelle loro vite.

Il risultato è però drammatico, i prezzi delle case sono alle stelle e il mercato immobiliare sta macinando come non si vedeva dalla bolla speculativa del 2008 con il risultato che i giovani sono in difficoltà nel perseguire i propri sogni.

Nel nostro piccolo in Italia abbiamo un patrimonio immobiliare che ci consente di utilizzare anche le opere già esistenti, le opportunità date dagli incentivi fiscali sono molto interessanti anche se la finestra per l’utilizzo delle stesse da parte di chi non ha un reddito abbastanza alto per le detrazioni è corta.

Se il governo dovesse decidere di rifinanziare le agevolazioni prolungando il periodo di tempo nel quale è possibile cedere il credito farebbe sicuramente un favore ai molti giovani che non avendo un posto fisso da dipendente potrebbero comunque sognare una bella abitazione in cui vivere.

Anche le coperture per i mutui di chi non ha il posto fisso sono un tema che dovremo affrontare, non è più possibile lasciare senza garanzie chi comunque stringendo i denti si guadagna da vivere onestamente.

Il mercato immobiliare si muoverà presto anche in Italia e dobbiamo essere preparati.

(23.04.2021)

(rubrica a cura del dott. Andrea Rizzini - Consulente ed Analista Finanziario Indipendente)