Cosa succede in Grecia? E quanto conta?

Settimana incerta e debole sui mercati finanziari, una tipica settimana d’inizio estate dove gli animi si riscaldano e chi può gioca a far venire i mal di pancia al piccolo risparmiatore colpito nelle ansie dEi saliscendi di mercato. Con uno sguardo al medio periodo niente è cambiato ed anzi sono sempre di più i toni di colore positivi sull’economia Europea e non; spesso però si tende a focalizzare le proprie ansie nel breve periodo e quindi gli accadimenti legati alla Grecia sovrastano la tranquillità dei nostri progetti di risparmio. I mercati finanziari sono instabili, come un paziente schizofrenico tendono ad amplificare timori ed euforie per qualsiasi minimo accadimento; un’elezione che non piace può far sprofondare la valuta di un paese come successo in Turchia negli ultimi giorni o i battibecchi tra uno stato con lo stesso Pil della Lombardia, la Grecia, e l’Europa possono destabilizzare mezzo mondo. Qualcuno direbbe la globalizzazione, il battito d’ali di una farfalla in Grecia innesca una reazione a catena che può provocare un uragano in Sud America. La situazione dello stato Ellenico è semplice: non ha i soldi per ripagare i debiti al fondo monetario internazionale, deve necessariamente ristrutturare il debito d’accordo con i creditori ma nel frattempo sta trattando le politiche da realizzare per conservare un minimo di sovranità all’interno dei propri confini. Quasi sicuramente le trattative andranno a buon fine e un accordo si troverà anche se l’inevitabilità di fallimento “mascherato” sembra certezza; in tutto questo contesto se si è costruito un portafoglio diversificato e con tutte le coperture del caso si può andare in vacanza sereni senza guardare tutti i giorni l’andamento volatile del mercato. Quanto conta quindi il marasma greco? Poco, pochissimo dal punto di vista puramente economico ma tanto dal punto di vista emozionale; come spesso accade però nel breve periodo le paure valgono più della realtà, quindi attenzione e sangue freddo.

 (09.06.2015)

(rubrica a cura del dott. Andrea Rizzini - Consulente ed Analista Finanziario Indipendente)